fbpx
Peroni & Parise e GAVI: sinergia con vista sul futuro

La nostra azienda investe sul domani e sui giovani. La collaborazione con la GAVI (Gold Academy Vicenza 1958, ex Scuola di Arti e Mestieri), centro d’eccellenza per la formazione orafa, continua da diversi anni e oggi ne siamo diventati azienda partner, investendo e offrendo la possibilità agli studenti di effettuare tirocini formativi e progetti assieme a noi.

I project work dei ragazzi GAVI

Nel concreto Peroni & Parise, tra le altre cose, ha collaborato con i ragazzi dell’ultimo anno che si preparano agli esami finali, dove gli studenti, assieme, presentano un project work. «Ogni gruppo sceglie una delle aziende partner per fare il lavoro – ha spiegato Lorenzo Peroni, fondatore e titolare di Peroni & Parise -. Devono capire l’attività, fare delle proposte di design e iniziare a progettarle, sia dal punto di vista grafico che del design, e poi realizzarle».

Un progetto sviluppato a scuola, con la presenza di Lorenzo sia nelle fasi iniziali che intermedie, che ha consentito ai giovani futuri orafi di mettersi in gioco, con il supporto di professionisti del settore. «Il nostro gruppo ha lavorato tanto con le pietre preziose e semipreziose», ha sottolineato Lorenzo.

Un investimento per il futuro del settore orafo e della nostra azienda

Non solo project work, ma la collaborazione tra Peroni & Parise e GAVI si concretizza anche con l’offerta di stage curriculare agli studenti. «Ad esempio una studentessa che ha fatto il tirocinio da noi ad inizio anno, a settembre, dopo il suo diploma inizierà a lavorare con noi». Una conferma dunque della crescita del settore: «In questo momento c’è tanto interesse – ha raccontato Lorenzo Peroni -. Dopo alcune crisi forti, oggi c’è un’inversione di tendenza e una grande richiesta di mano d’opera. Come sempre il distretto orafo vicentino è capostipite di questa ripartenza».

La partnership con GAVI che va anche oltre: Lorenzo fa parte di una tavola rotonda istituita per aiutare la scuola a prendere decisioni sul programma formativo in modo tale che ci sia una connessione tra il percorso scolastico dei giovani e le necessità reali delle aziende del settore.

Condividi